Ricerca e idee dietro ad ogni creazione L.A.S.

Prima di parlare di come prendono forma le creazioni L.A.S. vogliamo raccontarti come nascono le idee e l'affascinante percorso che ci conduce alla realizzazione dell'oggetto. I nostri collaboratori del reparto stile sono continuamente alla ricerca di tendenze, di forme e di dettagli a cui ispirarsi. Fiere di settore, riviste, mostre e gallerie d'arte vengono letteralmente prese d'assalto per poi scatenare la fantasia e proiettarsi nel futuro, ma non solo, a volte l'ispirazione viene da oggetti di uso comune, come potrebbe essere un gomitolo di lana o da azioni quotidiane, come osservare la facciata di un edificio. E' così che infinite idee si mettono in fila con l'ambizione di diventare progetti e quindi oggetti.

Naturalmente bisogna fare i conti con la realtà e parte così il confronto tra i vari reparti aziendali, spesso animato ma pur sempre in strategica sinergia. E' questa una delle fasi più lunghe e delicate in cui bisogna trovare il giusto compromesso tra chi disegna, chi produce, chi decora e chi vende, affinchè l'idea venga promossa.

A questo punto l'idea inizia a materializzarsi attraverso bozzetti realizzati a mano, dove i tratti della matita si rincorrono tra chiaro scuri, andando ad imitare l'effetto che otterremo poi con l'incisione laser. Solo dopo aver disegnato manualmente la texture desiderata, infatti, potremo realizzarla con i software cad. Spesso gli schizzi sono essi stessi delle vere e proprie opere d'arte, ed è qui che nasce il fascino delle sculture da parete L.A.S..

Un fascino che si concretizza quando il raggio del laser si posa sulla superficie da incidere per poi delineare tagli e tratteggi, con il suo movimento sfuggente ma deciso. Nei prossimi articoli descriveremo nel dettaglio ogni fase della lavorazione, coinvolgendovi in un viaggio insolito tra legno, raggi di luce, pennelli e colori.

Per essere sempre aggiornato continua a seguirci sui vari social network Facebook, Twitter, Pinterest, Google+ e Instagram.

 

Scrivi commento

Commenti: 0